National Guild of Hypnotists… e i furbastri all’italiana

The National Guild of Hypnotists e i furbastri all’italiana

.
.

"Così come il fior di loto spicca bianchissimo sui colori autunnali, l'ipnotista autentico e onesto si distingue dalla massa."

Fior di loto

.

Che la NGH sia la prima Associazione di Ipnotisti al mondo è noto. Ed è talmente noto che si farebbero (e in Italia si fanno) carte false, pur di collegare a lei il proprio nome.

.

La vergogna italiana

Basti citare un esempio:
Ricevo una telefonata da un medico chirurgo. È interessato al mio corso di ipnotismo NGH [beh, lui lo chiama corso di ipnosi]. Abita lontano e chiede se io tenga il corso a Roma. Mi spiace, non ne avrei il tempo. Chiede allora di poterlo seguire online. No, si deve essere presenti in carne ed ossa, né un corso di ipnotismo online sarebbe valido ai fini del diploma. Gli suggerisco comunque di leggere bene la pagina web di presentazione e seguire la procedura, inviandomi il suo profilo come prima cosa. Risponde di avere già un diploma in ‘ipnosi + aggettivo di fantasia’. Aggiunge che usa già l’ipnosi. Gli chiedo con quali risultati. «Beh, qualcuno…» e parla di protocolli. Rabbrividisco, perché, se c’è una disciplina priva di qualsivoglia ‘protocollo’, per lo meno nella sua applicazione pratica quotidiana, è proprio l’ipnotismo. Allora gli chiedo perché voglia fare anche il mio corso. Risponde: «Eh, sa, il diplomino…»

Adesso quel signore sa che io non regalo diplomi.

Certo, è prestigioso appartenere alla Guild. Ma dobbiamo meritarcelo.
Ci servono competenze autentiche nella disciplina ipnotica (evitando ogni infelice pot-pourri con qualcosa che ipnotismo non è) e una etica adamantina, che vanno mantenute nel tempo – pena la decadenza.

In diversi, in Italia, ne erano divenuti membri. Per motivi a me sconosciuti ma presumibilmente gravi, alcuni non lo sono più. Ed è molto facile verificare questo punto, anche per un Italiano che non conosca la lingua inglese.

Spesso, quel fastidioso senso di disagio che ci coglie di fronte a una lingua a noi sconosciuta, è capace di trasformarci in timidi creduloni alla prima parola straniera che incontriamo. Ma c’è un rimedio a tutto e, qui di seguito, ti guido nella facile scoperta della verità.

Vuoi sapere come fare?

Continua a leggere. Allora potresti chiederti, insieme a me:

Perché, di grazia, alcuni continuano a sbandierare di appartenere alla National Guild of Hypnotists, quando così non è?

Perché, in Italia, valori quali etica, rispetto, onestà o sincerità sono così rari?

.

Un Paese corrotto nutre vipere in seno

Che l’Italia sia uno dei Paesi più corrotti al mondo non è una novità.
È un altro aspetto della vergogna nazionale.

corruzióne s. f. [dal lat. corruptio -onis, der. di corrumpere «corrompere», part. pass. corruptus]. – 1. a. Il corrompersi, l’essere corrotto, nel senso di decomposizione, disfacimento, putrefazione e sim. […] 2. In senso attivo, l’opera di chi induce altri al male
[da: Treccani vocabolario online]

.Per l’appunto. La putrefazione dell’anima. Si fa di tutto, pur di avere un tornaconto personale in soldoni o in immagine.

E su Wikipedia leggiamo che si tratta di una forma di condotta disonesta e per nulla etica esercitata da una persona in posizione di autorità, per acquisire guadagni personali.

I corrotti inducono gli altri a fare del male e lo fanno loro stessi.
A chi? Alla collettività.
E quando parliamo di una disciplina così complessa come l’ipnotismo, ci sarebbe di che riflettere e documentarsi. Soprattutto da parte del grande pubblico.

Il corrotto, in qualunque ambito operi, è un individuo debole, solitamente mediocre nelle sue competenze; un individuo che vuole brillare pur avendo le batterie scariche, donde l’affettazione e/o l’esaltazione che da lui emanano; un individuo che vuole arricchirsi in fretta, senza curarsi del danno che produce agli altri.

È il furbastro, lo scaltro manipolatore, il bugiardo truffaldino.
Peccato che fare il furbo sembri essere la brama di tanti Italiani.
Insieme a un altro aspetto inquietante: fare il tuttologo…

.

Sì, il furbastro è di solito interscambiabile

Quella brama spesso lo spinge in tanti modi diversi a pescare in più bacini.

Ed ecco allora che il nostro individuo si tramuta spesso in tuttologo – altra predilezione nostrana.

Sei mai andato da uno specialista, per scoprire che il foglietto su cui ti scrive la prescrizione è per tre quarti pieno di titoli? A me è accaduto. Peccato che tutti quei titoli non siano serviti ad aiutarmi.

Viene in mente un detto inglese che recita:

«Jack of all trades, master of none.»

Tradotto liberamente, può essere reso in:

«Il factotum non eccelle in nulla.»

Per l’appunto.

L’ipnotismo è una disciplina a sé stante e, secondo le indicazioni della Guild, va insegnato da solo. Il programma di studi autorizzato è incentrato sul puro ipnotismo, senza orpelli di sorta.

D’altronde è noto come qualsiasi persona possa fare con maestria, nella vita, una sola cosa e una soltanto.

.


.
.
"Logo della National Guild of Hypnotists. USA"
.
.

Ora, vediamo di chiarire alcuni punti fondamentali al fine di salvaguardare la verità, anche nel nostro Paese, circa la più vecchia, la più grande e la più autorevole Associazione al mondo di Ipnotisti professionali.

.

1. La National Guild of Hypnotists™ (NGH) è un’associazione statunitense, non italiana

L’unica sede della NGH è a Merrimack, NH, negli Stati Uniti. Leggiamo il benvenuto sulla sua pagina Home

«La National Guild of Hypnotists, Inc. è un ente educativo, senza scopo di lucro, situato nello Stato del New Hampshire. Ufficialmente fondata a Boston, Massachusetts nel 1950, la Guild è una organizzazione professionale costituita da persone impegnate nell’avanzamento delle discipline ipnotiche…» [continua a leggere]

Non esiste e non è mai esistita alcuna ‘NGH Italia’ o ‘NGH Francia’ o ‘NGH Europa’ o ‘NGH Asia’, che dir si voglia. Con il punto dopo le iniziali o senza.

.

2. La NGH ha un suo sito ufficiale all’indirizzo web www.ngh.net

Tale indirizzo web è di sua proprietà e non può essere usato dai membri se non come segnalazione alle persone interessate a conoscere le attività dell’associazione.

Inoltre, insieme all’indirizzo postale, esso deve essere comunicato per iscritto a ogni singolo cliente attraverso la «Carta dei diritti del Cliente», affinché egli possa – se è il caso –, segnalare direttamente alla Guild ogni comportamento scorretto o poco professionale dell’ipnotista.

.

3. In alcune città esiste un Chapter ufficiale

Il Chapter della Guild non è altro che un punto di riferimento in loco per gli ipnotisti di quell’area geografica, che ne parli la lingua e promuova gli scopi dell’associazione. Deve essere un membro in good standing ed è tenuto a rispettare rigorosamente le linee guida della NGH, pena l’espulsione.

La Guild elenca i Chapter per città, non per Paese di appartenenza o, tanto meno, per continente.

Pertanto non può esistere alcun Chapter «per l’Italia».
E in nessuna città italiana è oggi presente un Chapter.

Puoi verificarlo facilmente tu stesso, anche se non conosci la lingua inglese, sul sito dell’associazione, andando alla pagina web relativa.

  • Clicca la freccetta con la punta rivolta verso il basso, a destra della finestrella dove puoi leggere in trasparenza Search by city.
  • Si aprirà una finestra. Fai scorrere lentamente, cercando con lo sguardo il nome di qualche città italiana.

Ti accorgerai subito della verità.

.

4. La NGH annovera oggi più di 14.000 ipnotisti abilitati nel mondo

Sono donne e uomini che operano a pieno titolo in oltre 80 Paesi del mondo. Tutti sono tenuti a rispettare il Codice etico e Standards per la pratica dell’ipnotismo professionale stabiliti dalla Guild stessa, pena l’espulsione.

E il fatto stesso che siano membri attivi della Guild, ci conferma che li rispettano, altrimenti sarebbero stati espulsi.

La NGH gestisce elenchi computerizzati degli ipnotisti in good standing, vale a dire coloro che possono esercitare – sempre nel rispetto delle leggi del Paese di appartenenza in merito all’ipnotismo professionale –, in quanto:

  • Soddisfano i requisiti di onorabilità
  • Rispettano ogni anno il numero richiesto di ore di formazione continua
  • Tengono un comportamento morale
  • Esercitano la pratica di ipnotismo in maniera etica e professionale
  • Rispettano l’obbligo di pagare la quota associativa.

Il fatto che un ipnotista professionale abbia ricevuto un vero e proprio insegnamento del programma integrale della NGH di almeno 100 ore in aula (vedi presentazione alla voce Programma di studi) e ne sia membro attivo è già di per se stesso una garanzia dell’etica e delle abilità di cui potrai beneficiare.

Ma c’è di più…

.

La Guild ha previsto GARANZIE in favore del pubblico

Quanti, fra il pubblico italiano, ne sono a conoscenza?

L’ipnotista corretto si fa scrupolo di informarne il suo cliente.

Vediamole.

.

1. Elenchi degli ipnotisti attivi

1. Per garantire al cliente un servizio serio e competente e salvaguardare la professionalità e correttezza degli ipnotisti onesti, da questi elenchi sono esclusi tutti quegli ipnotisti che, per qualsivoglia ragione – espulsione, abbandono dell’attività ecc. –, non appartengano più alla Guild.

Vuoi verificare se un ipnotista della tua zona sia tuttora un membro attivo della Guild?

È facilissimo e ti protegge dai millantatori.

Inserisci pochi, semplici dati sul modulo che puoi trovare sul sito della Guild a questa pagina web:

Scrivi, nell’ordine:

Nome (Name)
Tuo indirizzo email (Email)
Prefisso telefonico della tua zona (Phone Area Code)
Città (City)
Provincia per esteso (State/Province)
Codice di avviamento postale (Zip/Postal Code)
Paese (Country/Region)
Digita il codice alfanumerico fornito (Please fill out this section with the characters provided)

Infine, fai click su «Send» (Invio) nella casellina in basso a destra.

Riceverai automaticamente dalla National Guild of Hypnotists una email con i nomi degli ipnotisti attivi più vicini a te.

Qualora il nome di un certo ipnotista che sostiene di esserne membro non vi appaia, significa semplicemente che la National Guild of Hypnotists non lo ritiene più idoneo, per seri motivi, a svolgere questa professione.

E questo è  per il bene e nell’interesse del pubblico.

 

2. Membership Card

È il documento essenziale, che ti garantisce la professionalità e correttezza dell’ipnotista abilitato dalla NGH, in qualsiasi Paese del mondo operi.

La membership card (simile a una carta di credito o alla carta regionale dei servizi), espone i seguenti dati in rilievo:

  • il numero identificativo dell’ipnotista (ID);
  • il suo nome e cognome per esteso;
  • il termine di validità.

Questo è l’unico documento, rinnovato annualmente, che attesti la reale appartenenza dell’ipnotista alla NGH quale membro attivo o in good standing.

In assenza di questa tessera, persino il diploma è privo di validità.

Chiedi sempre all’ipnotista che si professi membro della NGH, come prima cosa quando lo incontri, di mostrarti questa tessera. Controllane la scadenza, espressa in mese/anno (esempio: Expires 06/16) e non accettare giustificazione alcuna qualora la tessera sia scaduta o introvabile in quel momento. Salutalo, esci e rivolgiti a un ipnotista onesto.

E allora potrai essere certo di avere davanti a te un ipnotista ben preparato e serio, che saprà guidarti alla soluzione del tuo problema – sempre che tu collabori e che il tuo sia un problema risolvibile con l’ipnotismo professionale nel nostro Paese.

.

5. La NGH ha istruttori abilitati in molti Paesi del mondo

La National Guild of Hypnotists™ mantiene elenchi costantemente aggiornati degli Istruttori abilitati, in good standing, gli unici che siano autorizzati a promuovere e insegnare il corso in Ipnotismo professionale della Guild stessa.

Gli istruttori sono elencati per Paese.

Puoi facilmente verificare tu stesso in tempo reale quali e quanti siano abilitati per l’Italia:

  • Vai alla pagina web degli istruttori certificati o abilitati sul sito stesso della NGH;
  • Clicca sulla dicitura View all listings e, subito dopo,
  • Clicca sulla freccetta con la punta rivolta verso l’alto che appare a destra della dicitura Displaying listings from all locations
  • Si aprirà un menu a tendina. Clicca sulla freccetta con la punta rivolta verso il basso di fianco alla finestrella Country – Select a Region.
  • Si aprirà l’elenco dei Paesi del mondo nei quali sono presenti gli istruttori certificati dalla Guild.
  • Fa’ un doppio click su Italy e si aprirà la pagina ufficiale della Guild, Displaying listings for Italy.

In quella pagina web sono elencati gli unici istruttori abilitati dalla NGH per l’Italia, autorizzati a promuovere e insegnare il corso integrale di ipnotismo professionale della Guild stessa.

Se preferisci, puoi anche vedere direttamente la pagina degli istruttori abilitati per l’Italia. Fa’ scorrere al di sotto della dicitura Displaying listings for Italy.

.Potresti anche divertirti e vedere quanti istruttori ci siano negli altri Paesi europei.

Noterai, in ogni modo, che nell’elenco non è indicato alcun continente (e ciò significa che non esistono e non sono mai esistiti, nei 66 anni di vita della NGH, istruttori per l’Europa, l’Asia o l’America, che dir si voglia).

.

AVVISO IMPORTANTE:
Esistono in Italia semplici ipnotisti diplomatisi negli anni scorsi seguendo corsi di istruttori che hanno frattanto abbandonato la professione. Tali semplici ipnotisti fraudolentemente si spacciano per istruttori della NGH, tengono corsi a tariffe strabilianti, non emettono fattura se non richiesta dall’ente che paga il corso stesso (esempio: una importante banca internazionale con sede a Milano) e fanno stampare falsi diplomi nella copisteria sotto casa, omettendo di far apparire sia la data che il nome dell’allievo (e dichiarando in tal modo la loro ignoranza. C’è da chiedersi se tutti i diplomi che vantano quali tuttologi siano veri…) L’ipnotismo è già una disciplina conosciuta poco e male nel nostro Paese. Immagina di metterti nelle mani di veri e propri truffatori

Nel dubbio, controlla sempre il sito della National Guild of Hypnotists in base alle istruzioni che ho fornito in questo articolo. Se vuoi, puoi anche telefonarmi (e, se sei di Milano, ti posso mostrare qualche diploma falso…).

.
Il Codice etico per Istruttori della Guild

L’istruttore abilitato, oltre a soddisfare i requisiti di onorabilità e quelli già previsti per l’ipnotista professionale, deve rispettare un severo codice etico, pena l’espulsione. E deve, naturalmente, essere in possesso della membership card in corso di validità, da mostrare a tutti gli studenti.

Eccolo, nell’essenza
L’istruttore è tenuto a:

1. Proteggere il pubblico da ipnotisti preparati in maniera inadeguata, insegnando integralmente il programma di formazione in ipnotismo professionale approvato dalla NGH.

2. Proteggere lo studente, insegnandogli tutti gli aspetti dell’arte, della scienza e filosofia dell’ipnotismo inclusi nel programma di formazione stesso; salvaguardandone la confidenzialità, nonché il benessere fisico ed emozionale; ed evitando inoltre di sfruttarlo sotto il profilo finanziario, emotivo, fisico o sessuale. Questo vale per qualsiasi cliente, volontario, studente o diplomato. Ogni sfruttamento costituisce abuso.

3. Promuovere il corso di ipnotismo professionale in maniera del tutto veritiera e accurata in relazione ai contenuti, agli standard e agli esiti possibili, facendo soltanto affermazioni verificabili e rendendo specificamente nota la propria qualifica di Istruttore certificato dalla National Guild of Hypnotists™.

4. Rendere noto allo studente, prima dell’iscrizione e per intero, il costo del corso e ogni altro costo aggiuntivo per servizi resi in relazione all’insegnamento dell’ipnotismo professionale, nonché l’entità di eventuali tasse e imposte locali.

5. Operare nel rispetto delle leggi locali in relazione all’ipnotismo professionale, accertandosi che lo studente sia del tutto consapevole dell’importanza di adeguarvisi. A tal fine, è tenuto a porre particolare enfasi sull’insegnamento del Codice etico, degli Standard per la pratica professionale dell’ipnotismo e della Terminologia consigliati dalla NGH.

6. Tenere un corso di minimo 100 ore in classe al fine della abilitazione dello studente. Per la protezione e l’avanzamento della nostra professione, è altresì tenuto a offrire unicamente il Corso in ipnotismo professionale della NGH, senza combinarlo con altri corsi e senza offrire corsi molteplici o aggiuntivi, ovvero corsi di organizzazioni alternative.

7. Concludere il corso con un esame e proporre alla NGH per il diploma esclusivamente quegli studenti che l’abbiano superato con un punteggio di almeno 80/100, senza cadere in favoritismi di sorta.

8. Essere membro a pieno titolo (in good standing) della National Guild of Hypnotists™, pena il decadimento del titolo di istruttore certificato dall’Associazione stessa.

.

NOTA:
Per quanto mi concerne e oggi quale unico istruttore della National Guild of Hypnotists™ per l’Italia, ho accettato le condizioni e firmato il Codice etico attualmente in vigore nell’agosto 2015, in occasione di una riunione speciale per istruttori, tenuta il giorno prima delle tre giornate di convegno della Guild a Marlborough, Massachusetts, USA. Al Convegno hanno partecipato più di mille ipnotisti provenienti da molti Paesi diversi, in un’atmosfera entusiasmante e costruttiva. Per l’occasione, la Guild ha festeggiato il 65° anno di attività.

.


.
.

Mi auguro, soprattutto per il bene del pubblico italiano, di avere fatto chiarezza per quanto riguarda la grande National Guild of Hypnotists (NGH), che, prima fra tutti, ha individuato la necessità di stabilire regole ben precise di comportamento, insegnamento e pratica dell’ipnotismo. Tali regole valgono per i suoi membri in tutto il mondo. E sono proprio la serietà professionale dei membri e la piena osservanza delle regole ad aver contribuito a costruire, negli anni, la grandezza della Guild.

Questa pagina può costituire una utile indicazione nella babele che si trova online, sui siti in lingua italiana, digitando la parola chiave «ipnosi».

Unici al mondo, noi Italiani spesso e volentieri non facciamo distinzione alcuna fra la parola «ipnosi» e la parola «ipnotismo», denunciando così apertamente una grande incompetenza o ignoranza (da ‘ignorare’) in questo ambito. Per contro, siamo i primi al mondo a credere che si possa compiere una rapina con l’ipnosi
(Sembra proprio che, come popolo, abbiamo una propensione diabolica a sviluppare «eccellenza» in tutte le cose negative.)

Unici al mondo, condiamo la parola «ipnosi» con aggettivi qualificativi di ogni tipo e genere, che non possono che confondere l’ignaro cittadino che si accosti alla disciplina – sia che desideri risolvere un suo problema personale sia che voglia frequentare un corso per intraprendere questa professione.

Invece, la verità è che l’ipnosi è una e una soltanto – e corrisponde, di solito, al rilassamento psicofisico con l’insorgenza nella persona del ritmo cerebrale alfa, uno stato equiparabile al dormiveglia o alla rêverie –, e l’unica distinzione che possa esistere, a parte la profondità dell’ipnosi stessa, riguarda la finalità del suo impiego:

(1) professionale, per il lavoro ipnotico con i clienti; e
(2) da palcoscenico, per divertire innocentemente il pubblico.

Negli Stati Uniti esistono corsi specifici di formazione in ognuno di questi due indirizzi. Va da sé che il lavoro di un ipnotista professionale sia molto diverso da quello di un ipnotista da palcoscenico. E che qualunque individuo mescoli ipnosi e magia sia soltanto un impostore.

.

Una disciplina a sé stante

L’ipnotismo professionale è una disciplina a sé stante, che richiede la massima serietà professionale. È una disciplina ben diversa dalla psicoterapia e da qualsiasi altra forma di intervento, alle quali non va mescolata malamente, pena la sua inefficacia nella soluzione dei problemi e nella crescita personale del cliente.

Allo stesso tempo, l’ipnosi non è una panacea e ci saranno sempre problematiche per le quali non ne è indicato l’impiego.

E allora la serietà professionale dell’ipnotista sarà l’unico elemento a fare la differenza, perché soltanto l’ipnotista professionale serio e rispettoso delle regole, appartenente a una associazione che vigila sui suoi membri, si comporterà in maniera responsabile e invierà il cliente a professionisti diversi (medici, psicologi, psichiatri), evitando di arrecare danno a chi necessiti, invece, di una terapia adeguata.

La Guild è molto chiara e intransigente su questo punto.

Che è a tutto vantaggio del pubblico – come tutto ciò che concerne l’ipnotismo professionale dovrebbe essere.

.

Chissà che, anche in Italia, come già avviene nei Paesi occidentali più avanzati, non si inizi a conoscere nella sua vera luce questa straordinaria disciplina?

Allora, forse, anche da noi l’ipnotismo potrà essere praticato da un numero sempre crescente di persone oneste e responsabili, che anziché ricorrere a espedienti, bugie e manipolazioni, rispetteranno le regole di comportamento etico e si occuperanno di migliorare sempre più le proprie competenze.

Questo, al fine di rendere al cliente un servizio valido e meritare l’appartenenza (effettiva, non millantata) alla più prestigiosa delle associazioni di ipnotisti professionali che esista sul globo terrestre.

.
.
."Emma, il tuo Mind Mentor".
.
.
.
.
.

International Certified Consulting Hypnotist

.
.
Photo Credits: © Emma Gasperoni, Fior di loto
.


© 2016 Emma Gasperoni, IpnoBenessere.
Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo documento può essere copiata, riprodotta, distribuita, trasmessa o posted in violazione della legge sui diritti d’autore se non dietro autorizzazione scritta e a condizione che l’articolo rimanga completo e inalterato, a inclusione del seguente profilo dell’autore.

PROFILO DELL’AUTORE: Emma Gasperoni, fondatrice di IpnoBenessere, è Ipnotista certificato e Coach personale & professionale che ti facilita l’acquisizione di modelli di pensiero e strategie empowering, cioè capaci di ripristinare il tuo potere personale, sì da sentirti motivato e ispirato a costruire la tua grandezza. Per leggere altri articoli scritti da Emma e per saperne di più sui servizi di consulenza, corsi e workshop che offre, visita il suo sito www.ipnobenessere.com o contattala direttamente via email o per telefono allo 0283425599.



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *